fbpx

in questo articolo ti spieghero cos’è il diaframma e a cosa serve:

il diaframma è un elemento meccanico che si trova all’interno degli obbiettivi.  

Questo elemento meccanico ossia il diaframma ha la particolarità, crea e regola un foro di dimensioni variabili in modo regolare la quantita di luce che passa all’interno dell’obiettivo.

Il sensore o la pellicola per registrare o impressionare un’immagine deve essere colpito da una certa quantità esatta di luce; ovviamente questo flusso luminoso arriva dall’inquadratura che hai deciso di fotografare.

Mi piace fare sempre un esempio molto pratico, fai finta di avere una bacinella d’acqua di 10 litri, quella potrebbe essere il sensore o la pellicola, il diaframma è il flusso di acqua che arriva per riempire la bacinella. Piu il flusso d’acqua è grande minore è il tempo che la bacinella impiega per riempirsi. Questo esempio lo riprenderemo nel prossimo articolo perché si tocca l’argomento “tempi di esposizione”.

Altra funzione importante del diaframma è stabilire la profondità di campo della tua fotografia, per capire di cosa si tratta ti invito a fare un semplice esperimento: prendi in mano una penna, distendi il braccio tenendola con la punta verso l’alto. 

Se concentri lo sguardo sulla punta farai caso caso che lo sfondo, cioè tutto ciò che sta dietro alla penna è sfocato. Se poi concentri il tuo sguardo sullo sfondo succederà che lo sfondo risulta nitido, ma la penna sarà sfocata.

Questa in fotografia si chiama Profondità di Campo; quindi l’uso del diaframma ti permetterà di controllare la visualizzazione dell’insieme della fotografia o di una parte di essa, sia prima che dopo il soggetto che devi fotografare e su cui hai puntato la tua messa a fuoco.Per poter avere il controllo della profondità di campo è necessario che tu abbia una fotocamera con la possibilità di impostare i comandi manualmente o in semiautomatico

  1. M Manuale
  2. AV Priorità di diaframma

La scala standard dei diaframmi è espressa in numeri anticipati dal prefisso f, che sicuramente avrai notato sul tuo obbiettivo o sul display della tua fotocamera digitale:

f 1

f 1,4

f 2,8

f 4

f 5,6

f 8

f 11

f 16

f 22

f 32

Devi ricordare che il valore piu basso corrisponde ad una profondità di campo minore, cioè piu sfocato prima e dopo il piano di messa a fuoco.

Il valore più alto corrisponde ad una profondità di campo maggiore cioè più nitido sia prima che dopo il piano di messa a fuoco

Di seguito alcuni esempi di profondità di campo con la massima apertura di diaframma (numero piu basso) media e la minima apertura di diaframma (il numero piu alto).



Diaframma f 8

Diaframma f 22

Scala dei diaframmi su un obbiettivo meccanico

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo per favore. Grazie
Massimo Di Mascio
  243
Share this:

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *